★ Sei un wine lover? Entra nel Social Club

vini toscani

Quando parliamo di vino italiano, la Toscana riveste ancora il ruolo della regione a vocazione enoica per antonomasia. Un territorio che nei secoli è stato in grado di valorizzare non solo i vini, ma le stesse zone in cui vengono prodotti.

Come non pensare, ad esempio, alle caratteristiche colline di Montepulciano e della Val d’Orcia, con dolci pendii coperti di filari e circondati da borghi medievali cinti da cipressi e uliveti. O, ancora, alle colline del Chianti, che ancora oggi rappresentano un biglietto da visita del vino italiano nel mondo. E nonostante proprio il Chianti sia sceso negli ultimi anni al secondo posto tra i vini più amati dagli italiani, è ancora tra le primissime posizioni in classifica, nel Bel Paese e nel mondo.

Esistono, però, numerose altre varietà di vini toscani, meno conosciute ma altrettanto imperdibili, troppo spesso “eclissate” dai tipici rossi nobili, “Super Tuscan” e altri vini di bandiera. È il caso di bianchi, come la Vernaccia e il Trebbiano toscano, o a bacca nera, come il Canaiolo e Sangiovese in purezza.

La straordinaria storia dei vini toscani

L’attività vitivinicola in Toscana risale ad epoche antichissime. La prima attestazione della presenza di “Vitis Vinifera” nella regione è stimata attorno a 2 milioni di anni fa, ma è solo nell’VIII secolo a.C., con l’avvento degli etruschi nel territorio, che si inizia a produrre vino in modo sistematico, con l’avvio dell’attività anche nei secoli a venire.

I romani conoscevano bene il prestigio delle colline toscane e dei loro vini, eleggendo questa zona dell’impero a territorio di produzione di vini pregiati e, già all’epoca, molto ricercati.

Una seconda svolta nella storia dei vini toscani arriva alla fine dell’800, precisamente nel 1872, con l’intuizione del barone Bettino Ricasoli, che per primo intuisce le potenzialità del Sangiovese ideando la tradizionale “ricetta” del Chianti, con l’aggiunta di Trebbiano toscano, Malvasia e Canaiolo. Per molte decadi, questa variante ha rappresentato l’unica e più illustre ricetta del Chianti, tra le prime ad ottenere denominazione di origine insieme al Brunello di Montalcino.

Nella metà degli anni ’80, però, avviene una vera e propria rivoluzione. Ad avviarla è il marchese Mario Incisa della Rocchetta, che con l’aggiunta di uve Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc alla toscanissima Sassicaia crea, di fatto, il mito dei “Super Tuscan”: vini d’accento francofono che, negli anni successivi, raggiungono successi straordinari, fino ad essere inseriti a loro volta all’interno della denominazione del Chianti.

Oggi, questi vini vengono prodotti anche a base di Merlot e Syrah e rappresentano un lustro del vino italiano nel mondo.

Varietà di vini toscani

La Toscana vanta ben 11 DOC e 39 DOCG. Di queste ultime, solo una a bacca bianca: la Vernaccia di San Gimignano.

Vini rossi toscani

Tra le denominazioni più rappresentative troviamo senza dubbio il Sangiovese. Questo vino rappresenta la “base” di partenza per la produzione di importanti varietà della regione, come il Chianti Classico, il Carmignano, il Montecucco, il Brunello e il Rosso di Montalcino, Morellino di Scansano e il Vino Nobile di Montepulciano. Altro vino a bacca rossa è il Canaiolo, che storicamente rivestiva una importanza pari, o addirittura superiore, a quella del Sangiovese e che oggi viene coltivato principalmente nella zona di Carmignano, in provincia di Prato.

Vini bianchi toscani

Meno conosciuti rispetto ai rossi, ma altrettanto di prestigio. Tra questi troviamo il Trebbiano toscano (vitigno più diffuso nella regione), la Malvasia del Chianti, la Vernaccia di San Gimignano, l’Ansonica e il Vermentino.

Vini rosati toscani

La varietà di uvaggi presenti nella regione e l’abilità nella sperimentazione che da sempre contraddistingue la tradizione enologica toscana hanno negli anni dato vita a numerosi rosati di rilievo, prodotti a base di uve rosse autoctone e non. Come precisato in un precedente articolo, il vino rosato è prodotto vinificando in bianco uve a bacca nera, cioè con tempi di permanenza delle bucce inferiore rispetto al processo utilizzato per i rossi.

Prova la nostra selezione di vini toscani!

Esploravino è la prima start-up in Italia per la fornitura di vini sia per la ristorazione che al dettaglio. La nostra selezione di etichette italiane e non, insieme ad una imperdibile varietà di birre di importazione è disponibile sempre al miglior prezzo sul mercato!

Se sei un ristoratore

Scopri il nostro servizio di acquisto referenze in conto vendita con possibilità di reso sempre gratuito senza riserve!

Contattaci per avere senza impegno maggiori informazioni sui nostri servizi di distribuzione.

Se se un amante di vini

Iscriviti e sfoglia il nuovo catalogo Esploravino Social Club, il nuovo gruppo di acquisto vini online con la migliore selezione di vini italiani e internazionali sempre al miglior prezzo.

L’iscrizione è gratuita e paghi solo quello che desideri acquistare!

Ti piace questo blog?

Non perdere neppure un articolo! Iscriviti alla newsletter e troverai nella tua email, ogni 30 giorni, tutti i nuovi articoli. Niente robaccia, promesso!

Ho letto e accetto la privacy policy

Okay, odiamo anche noi lo spam. Per questo la tua email non sarà condivisa con terze parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Impostazioni sulla privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che possono utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Privacy Policy
Youtube
Consenso per visualizzare il contenuto da - Youtube
Vimeo
Consenso per visualizzare il contenuto da - Vimeo
Google Maps
Consenso per visualizzare il contenuto da - Google
Spotify
Consenso per visualizzare il contenuto da - Spotify
Sound Cloud
Consenso per visualizzare il contenuto da - Sound